Autunno CrisCri
Blog,  Fashion,  Il pensatoio,  Outfit

Io Sono Autunno. L’Autunno dentro e fuori!

Le persone sono come le stagioni…

Io sono un Autunno profondo… e non parlo di armocromia quella per cui oggi è diventato tanto di moda farsi analizzare.

L’ho imparato a mie spese, con il tempo, giorno dopo giorno, un passo alla volta, le anime autunnali piacciono solo a chi le sa comprendere…

Attirano a se solo i temerari, i veri ammiratori delle sfide perché sono sole e pioggia insieme, luce ed ombra, perché celano la dolcezza dietro fitte coltri di nube grige fatte di brutti ricordi, traumi non superati, di momenti davvero difficili. Sono introverse e timide: hanno la paura scolpita negli occhi e nell’anima! Ma chi sa cogliere ogni sfumatura della loro sensibilità può ascoltare le note che hanno dentro e cogliere il loro lato più poetico e unico.

Autunno CrisCri

Amo l’autunno!!!!

Gli ingranaggi della normalità che lentamente si rimettono in moto, le prime foglie gialle in strada, quella scia luminosa che piano piano si adombra. I capi caldi ed avvolgenti nelle vetrine, i pomeriggi brevi ma intensi, le risate dei bambini all’uscita da scuola, i reality in TV, il profumo inebriante e caratteristico delle caldarroste nelle strade. Le domeniche infinite di pioggia da trascorrere film dopo film in famiglia. 

Mi chiamano “Vampira” perchè mi piace svegliarmi e vedere il cielo plumbeo, sentirmi intonata all’atmosfera, non fingere felicità. Mi piace la notte quando la casa riposa, dorme, immersa in un silenzio surreale e i pensieri cullati dalla calma trovano la strada di casa.

Come l’autunno, alterno sulla bilancia della vita luci e ombre. Un attimo rido, l’attimo dopo mi dispero. Il mio sole non ustiona, ma riesce comunque a riscaldare. E la mia pioggia sono le lacrime. Ne verso tante, troppe e spesso… per tristezza, per gioia, per disagio, per paura. Mi commuovo per le pagine di un libro, per le parole di una canzone, per un film capace di sfiorare le giuste corde, per un messaggio inaspettato. Mi commuovo come si commuovono i rami degli alberi quando il vento con veemenza e prematuramente strappa loro le foglie più care: c’è dolore nel distacco e la consapevolezza di un cambiamento, mentre una pelle ormai piena di segni e cicatrici viene sfiorata, incoraggiata, spronata alla vita da nuovi sogni e progetti.

Autunno CrisCri

La bellezza dell’autunno è poco appariscente. Non si esprime con l’ammaliante cinguettio degli uccellini o con un mazzo di fiori profumato, con il candore abbagliante e giocoso della neve o con l’azzurro luccicante del mare. Per coglierla, si deve avere pazienza di aspettare …. aspettare che la sua luce filtri attraverso le nubi: solo allora le foglie secche sui rami degli alberi esploderanno in un potpourri di colori bellissimi… l’arancione, il giallo e il rosso diventeranno così vivi da risvegliare l’ universo intero. E i raggi di un sole pallido che splenderà dopo un fragoroso temporale, riflettendosi nell’acqua di una pozzanghera, restituiranno ai nostri occhi stanchi e disillusi arcobaleni da favola.

Autunno CrisCri

 

L’autunno non sa abbracciarti e avvolgerti vigorosamente come fa l’estate, ma ti coccola con timidezza regalando piccoli momenti. Una cioccolata calda, un buon libro, un film, una calda coperta, una serata di risate e giochi in famiglia. La sua felicità fatta di dettagli è semplice, sommessa, sottile e non esplode in rumorose e caotiche manifestazioni. Si tratta di una silenziosa malinconia che mescola in se i due grandi ingredienti della vita gioia e tristezza, vita e morte come se servisse sempre la sofferenza per dare più sapore alle cose….  

 

Autunno CrisCri

  Indosso calze Calzedonia, cappotto e maglietta Zara, gonna Stradivarius

 

Un Bacio e un Abbraccio

Cristina

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error:
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x